A Santa Maria Capua Vetere il secondo percorso guidato alle sedi storiche dell’Università Vanvitelli

Il 24 marzo la visita a Giurisprudenza e Lettere e Beni Culturali con Maria Gabriella Pezone e Giuseppe Pignatelli Spinazzola

Nella mattinata di venerdì 24 marzo si è tenuto, a Santa Maria Capua Vetere, il percorso guidato dedicato alla “città universitaria” toccando di dipartimenti di Giurisprudenza e di Lettere e Beni Culturali dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”. L’itinerario “Dal Carcere borbonico al Tribunale di Terra di Lavoro” – il secondo dopo quello di dicembre ad Ingegneria – si inserisce nel ciclo di percorsi guidati promossi dalla Consulta della Pastorale Universitaria presso i dipartimenti dell’Ateneo Vanvitelli di Aversa, Capua e Santa Maria Capua Vetere con il supporto scientifico di Carolina De Falco, Maria Gabriella Pezone, Danila Jacazzi, Giuseppe Pignatelli Spinazzola, Riccardo Serraglio (docenti unicampania di Storia dell’Architettura).

Nella cittadina casertana il 24 marzo mattina un nutrito gruppo di partecipanti, guidato da Maria Gabriella Pezone e da Giuseppe Pignatelli Spinazzola, ha potuto personalmente osservare, studiandone le caratteristiche, l’organizzazione urbana di Santa Maria Capua Vetere. Così, partendo dall’Aulario di Via R. Perla dove hanno ricevuto i saluti del direttore DiLBEC Giulio Sodano, i partecipanti sono stati accompagnati da Maria Gabriella Pezone e Giuseppe Pignatelli Spinazzola lungo un percorso che ha raccontato la storia della città – a partire dalle sue origini classiche – attenzionando le fasi che dall’età napoleonica al periodo unitario hanno portato all’istituzione del Carcere borbonico (il quale fino a pochi anni fa ospitava il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali) e del Tribunale di Terra di Lavoro. Qui, dopo una visita alla vicina Basilica di Santa Maria maggiore, è terminato il percorso guidato con l’intervento del direttore di Giurisprudenza Raffaele Picaro.

La tappa samaritana – patrocinata dall’Arcidiocesi di Capua e dalla rivista “Guitmondo” – è stata promossa dai Dipartimenti di Giurisprudenza e di Lettere e Beni Culturali, dalla Consulta della Pastorale Universitaria, dall’associazione studentesca “Insieme” (DiLBEC) e dall’associazione studentesca “Università dei Valori” (Giurisprudenza).

M.M.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *